Beppe Grillo certifica la svolta filo-Putin?

Beppe Grillo Putin
Ecrit par

Beppe Grillo nell'ultimo periodo sembra aver imboccato decisamente una china molto vicina a Vladimir Putin, discusso ed indiscusso padrone della Russia. Leggi di più su meltyBuzz!

“Vladimir Putin viene a sapere che centinaia di operai non ricevono lo stipendio ormai da mesi. I proprietari della fabbrica vogliono chiudere e intendono licenziare tutti i dipendenti. I dirigenti hanno fatto la cresta sui ricavi della fabbrica e si sono incredibilmente arricchiti. Putin senza esitare convoca capi e padroni dell’azienda dichiara “morta”, tutti responsabili della scelta di licenziare e di non pagare. Putin li affronta tutti, uno dopo l’altro. Parla di avidità e incompetenza. Putin chiede loro di riflettere: la loro fame di denaro ha distrutto gli operai, ha piegato gli uomini e le donne che lavorano da generazioni in quell’azienda e con loro le famiglie.” Un brano tratto dalla stampa russa vicina a Vladimir Putin? No, si tratta de “La Cosa channel”, uno dei canali che si diramano dal blog di Beppe Grillo e che servono al leader pentastellato come rimbalzo per il click-baiting. Il tono è didascalico, quasi evangelico, e se sostituissimo al nome di Putin quello di Benito Mussolini potrebbe essere benissimo il testo letto dalla voce narrante di un filmato d'epoca dell'Istituto Luce. La svolta putiniana di Beppe Grillo si è fatta molto consistente, soprattutto negli ultimi giorni. Il testo citato in alto è del 22 dicembre, mentre questa mattina si è affrontato un altro aspetto della ormai Putin-mania: la voglia di affrancarsi dal giogo dell'economia mondiale: “Vogliono incatenare l’orso russo perché noi difendiamo la nostra #sovranità, la nostra #indipendenza ed il nostro diritto ad esistere. Un’altra grandiosa risposta del Presidente Russo” è ciò che leggiamo su La Cosa. Gli attivisti del Movimento 5 Stelle cosa penseranno di questa svolta?

Crediti: web