Benedetto XVI: 'I gay una ferita per la pace', su Twitter impazza l'hashtag

Papa Benedetto XVI
Ecrit par

Benedetto XVI è tornato ad affrontare il discorso dell'omosessualità con toni forti. Su Twitter impazza l'hashtag #feriteperlapace, gli italiani stanno mandando migliaia di messaggi all'account del Papa in segno di protesta, eccone alcuni.

Nel suo ottavo discorso per la Giornata Mondiale per la Pace 2013, che si terrà il prossimo primo gennaio, Papa Benedetto XVI ha toccato tre temi importantissimi che sembrano angustiarlo particolarmente: il riconoscimento dei matrimoni omosessuali, l'eutanasia e l'aborto. Questi sono per Ratzinger tre degli ostacoli alla "realizzazione del bene comune e della pace". Al tempo dei violenti conflitti che dalla Siria al Mali insanguinano quattro angoli del globo, Benedetto XVI non ha potuto fare a meno di consacrare una buona parte del suo discorso alle tre suddette piaghe sociali. Non è la prima volta che Benedetto XVI si esprime apertamente e con toni forti sulle unioni omosessuali: era già successo il 9 gennaio 2012 e nel maggio 2010, quando in occasione di una visita in Portogallo il Papa aveva definito gli omosessuali una "sfida pericolosa" contro il bene comune.

Nella giornata di ieri, inoltre, il Papa ha ricevuto e benedetto una delegazione ugandese di cui faceva parte anche la presidente del parlamento Rebecca Kadaga, che ha intenzione di approvare una legge contro l'omosessualità che preveda anche la pena di morte, e che la stessa ha definito "un regalo di Natale". Come in occasione della creazione dell'account @pontifex, la reazione degli utenti di Twitter è stata immediata. Riprendendo le parole del Papa, in molti stanno tempestando l'account inaugurato lo scorso 12 dicembre di messaggi contenenti l'ashtag #feriteperlapace. Nel discorso di oggi il pontefice avrebbe infatti definito il tentativo di equiparare i matrimoni eterosessuali e quelli omosessuali come "un'offesa contro la verità della persona umana" e "una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace". Sfruttando il nuovo canale di comunicazione che il Vaticano avrebbe attivato proprio per intensificare il suo rapporto con i giovani, sono migliaia gli Italiani che stanno criticando l'intervento del Papa.