Barbara D'Urso: Vittorio Feltri la difende sul Giornale, e impazza la polemica

la polemica su Facebook
Ecrit par

Barbara D'Urso, anche se circondata dai suoi haters in tutto il mondo web, può contare sull'appoggio di Vittorio Feltri Non proprio un'ottima pubblicità per chi non ama Carmelita...

Barbara D'Urso ha la capacità, fra le tante, di raccogliere attorno a sé una gran varietà di personaggi illustri per creare una comunità di amici tutta speciale. Fra questi c'è anche Vittorio Feltri - oltre a tutti i VIP che hanno preso parte alla sua sensazionale festa di compleanno - che oggi ha pensato di tessere le lodi della conduttrice Mediaset in un lungo editoriale sul quotidiano Il Giornale. Il tema dell'articolo è proprio l'ampia polemica sul web che da tempo ormai affligge la povera Carmelita, bersaglio di numerosissimi attivisti virtuali che la sbeffeggiano in ogni sua uscita social (e in tal senso c'è da lavorare non poco...). La sua narrazione psicodrammatica delle vicende di cronaca italiana la rendono, agli occhi dei suoi detrattori, una sciacalla delle tragedie umane, da disprezzare e da combattere. Ma in suo sostegno accorre Vittorio Feltri, giornalista anche lui (oltre a Barbara) ai limiti della radiazione dall'Ordine. Secondo Feltri, c'è sul web un'alleanza fra tutti i frustrati contro questo nemico comune.

Parole eloquenti in solidarietà con la tanto criticata Carmelita: "È simpatica al popolo televisivo, pertanto snobbata da coloro che si autopromuovono intellettuali. Da anni i suoi programmi registrano record d'ascolti e ciò la rende insopportabile ai censori e ai recensori più raffinati, che le rimproverano di sfruttare gli sfigati (poveri cristi afflitti da disgrazie d'ogni tipo, che costituiscono un serbatoio inesauribile di protagonisti melodrammatici) al fine di incrementare l'audience. Accusa fuori luogo. Altrimenti bisognerebbe deplorare chiunque si sia occupato di storie aspre, da Sofocle a Shakespeare, e non mi pare il caso". Parole che, apprezzate e messe sul tavolo della discussione social, hanno consegnato a Barbara, per l'ennesima volta, un'infinita zuffa fra tastiere.

Crediti: Facebook, archivio web