Barbara D'Urso per la campagna "allacciamoli" contro l'omofobia

Barbara D'Urso contro l'omofobia
Ecrit par

Barbara D'Urso in prima linea contro l'omofobia. La conduttrice Mediaset aderisce alla campagna contro l'omofobia nel calcio. Scopri di più su meltyBuzz

Barbara D'Urso si unisce a "allacciamoli", campagna anti-omofobia lanciata nel mondo del calcio. Per combattere l'omofobia, si chiede ai calciatori di indossare dei lacci con i colori arcobaleno, come contributo simbolico-virale per scoraggiare le aggressioni ai gay. Fra i calciatori aderisce il romanista Radja Nainggolan, e, sorpresa delle sorprese, partecipa persino il leader della Lega Nord - non certamente noto per posizioni gay friendly - Matteo Salvini. Al coro così variopinto (un coro arcobaleno! ) si accoda Barbara D'Urso. Carmelita non sopporta l'intolleranza verso gli omosessuali e soprattutto non comprende come l'Italia sia così arretrata sul tema, rispetto agli altri paesi d'Europa. "L'omofobia si combatte anche con i diritti, l'Italia deve uscire dalla vergogna di essere fanalino di coda in Europa"

Qualche fan non è d'accordo e incalza dai commenti, qualche altro non è soddisfatto della posizione e vuole sapere cosa ne pensi Barbara sulle adozioni dei bambini da parte delle coppie gay. La D'Urso non approfondisce, ma per il momento si mostra moderna aderendo ad una campagna che fa tendenza: un carmelita-smack contro l'omofobia!

Crediti: Facebook, Barbara D'Urso