Attentati Parigi: I 5 titoli più imbarazzanti di Libero

Top 5 Libero Quotidiano
Ecrit par

Libero Quotidiano ha deciso di raccontare gli attentati di Parigi utilizzando un mix di tra click baiting e populismo web. Scopri i 5 titoli più imbarazzanti in questa speciale Gallery.

Tempo fa era stata analizzato in uno dei nostri articoli l’uso distorto da parte di Libero Quotidiano del click baiting, ovvero la tecnica utilizzata sui titoli dei giornali per attirare il maggior numero di lettori possibile. A qualche mese di distanza la strategia del giornale diretto da Maurizio Belpietro non sembra essere cambiata, ed anzi è stata rafforzata da un utilizzo massiccio di populismo Web. Questa volta però ad essere trattati con superficialità, per usare un eufemismo, sono stati gli attentati di Parigi e le vicende che ne sono seguite. Se per alcuni media il prerequisito per scrivere di questi fatti è di dover pesare le parole e far attenzione a non pubblicare articoli che possano banalizzare (o in alcuni casi distorcere) la realtà, Libero sembra stia seguendo una strategia completamente opposta. In questi 5 titoli imbarazzanti che vi proponiamo saltano subito all’occhio da un lato una certa frivolezza di trattare le notizie e dall’altro un virulenza estrema nelle opinioni, il tutto caratterizzato anche da una sciatteria di fondo. Ecco quindi di seguito la gallery dei peggiori esempi.

#1 Bastardi Islamici
libero attentati parigi click baiting bastardi islamici
Libero Quotidiano #1

Questa è il titolo di apertura che Libero ha scelto all'indomani dei tragici eventi di Parigi. La scelta è stata criticata duramente dagli internauti che si sono mobilitati su change.org per far "radiare Maurizio Belpietro dall'albo dei giornalisti".

#2 La terrorista sexy

Poter scrivere foto sexy è un'occasione che difficilmente Libero si lascia fuggire e anche in questo caso non delude il suo pubblico. La terrorista che si è fatta esplodere viene infatti trattata alla stregua di una velina di cui viene quindi pubblicata una gallery hot. Ma questi scatti "bollenti" invece di essere senza veli, sono solo senza velo.

#3 Le parole sono importanti
libero attentati parigi click baiting bastardi islamici
Libero Quotidiano #3

Il calciatore della Roma Radja Nainggolan (non Nianggolan) ha destato qualche sospetto per il suo look da "bad boy" in un albergo in Belgio. Alcuni ospiti hanno chiamato la polizia che ha subito riconosciuto il centrocampista della Nazionale belga per poi approfittare della situazione per scattare qualche selfie. In questo caso non c'è stato nessun blitz delle "teste di cuoio" come quello avvenuto a Saint-Denis nei giorni scorsi.

#4 Amico o terrorista?
libero attentati parigi click baiting bastardi islamici
Libero Quotidiano #4

La frase più utilizzata questi giorni è: "non facciamoci prendere dal panico, continuiamo a vivere la nostra vita". Evidentemente Libero non è dello stesso avviso e sembra invece suggerire (o quantomeno istillare il dubbio), attraverso questo sondaggio, di cominciare a sospettare dei nostri amici e parenti dietro i quali si potrebbe nascondere un terrorista.

#5 Isalm, what's that?
libero attentati parigi click baiting bastardi islamici
Libero Quotidiano #5

Un altro refuso nel titolo che però ha un'importanza diversa. E' stato diffuso il sondaggio secondo cui non tutti i musulmani condannano la strage di Parigi. Quello che però uno si potrebbe chiedere è: che cos'è questo Isalm di cui si parla?

Crediti: web