Andrea Diprè su Meritocazzia: "Il sesso orale per valutare le ragazze"

L'avvocato Andrea Diprè
Ecrit par

Andrea Diprè e Francesco Malcolm hanno ideato un talent-show molto speciale, in cui si cercano nuovi talenti... del porno. Lo youtuber ce ne parla in esclusiva per meltyBuzz.

Come ogni giovedì torna la rubrica di Andrea Diprè per meltyBuzz. Questa settimana abbiamo parlato con l'avvocato del talent-show che sta spopolando (malgrado le censure) in Rete. Meritocazzia, questo il nome del programma a puntate, nasce da un'idea di Francesco Malcolm, un ex porno attore che abbiamo intervistato per voi, e vedrà la speciale partecipazione di Andrea Diprè. Malcolm, nell'intervista, ci aveva rivelato cosa ne pensa del porno italiano e internazionale, e qual era lo scopo del programma, in cui i concorrenti devono rispondere in modo esatto a delle domande mentre viene loro praticata una fellatio. Ora abbiamo rivolto le stesse domande ad Andrea Diprè, che ci ha spiegato come è stato ideato Meritocazzia e perché, cosa pensa di Malcolm e quali saranno le novità in senso femminile.

Andrea Diprè su Meritocazzia: "Il sesso orale per valutare le ragazze"

"Ho conosciuto Francesco Malcolm qualche hanno fa - inizia a raccontare Andrea Diprè - e ovviamente l'ho conosciuto per l'attività di porno attore che ha svolto. Probabilmente se avesse fatto un altro lavoro non lo avrei mai conosciuto. E' una persona che stimo per la sua vivacità". Poi Diprè inizia a parlare del talent-show Meritocazzia: "Meritocazzia è nato da Malcolm, è lui che l'ha ideato. Però l'ha ideato costruendolo su di me. Come potete vedere la chiave del talent-show per porno attori è una cornice, dietro la quale i concorrenti si posizionano. E la cornice è appunto ispirata a me, come critico d'arte. Anche le domande sono quasi tutte su materie artistiche".

Andrea Diprè su Meritocazzia: "Il sesso orale per valutare le ragazze"

Qual è lo scopo di Meritocazzia, allora? "Lo scopo è individuare persone senza limiti di età che desiderano entrare nel mondo del porno nazionale, ma anche internazionale, come si è visto in una puntata in cui era presente una pornostar spagnola. Comunque dei soggetti che magari hanno sempre desiderato farlo, ma non hanno mai avuto la possibilità". Poi continua: "Io sono molto legato al mondo del porno, perché è da lì che vengono quali tutte le 'opere d'arte mobile' che ho intervistato e presentato". "Io sono a favore dei siti porno e della diffusione del porno online. Primo perché almeno su YouPorn et simila posso caricare i miei video senza essere censurato". Ma, guardando il format, una domanda sorge spontanea: anche le ragazze verranno messe alla prova? E come? "E' chiaro che Meritocazzia è un format più maschile. La ragazza in quel caso viene giudicata nella sua bravura nei rapporti orali, anche perché le ragazze che lo fanno cambiano di puntata in puntata. Però sicuramente - conclude - bisognerebbe pensare a qualcosa per mettere alla prova anche le ragazze. Vediamo cosa inventerà Francesco Malcolm, ma in quel caso vorrei avere parte attiva nel discorso".

Crediti: facebook, web