Alison Gold: Chinese food, il video virale

Alison Gold in Chinese Food!
Ecrit par

Dai produttori di Rebecca Black una nuova stella di Youtube e dell'autotune: Alison Gold, che canta di quanto ama il "Chinese food". Guarda il video su meltybuzz.it.

Se sentivate la mancanza di Rebecca Black e dei suoi miagolosi "Friday", di Jenna Rose e dei suoi orribili jeans o, in generale, di tutte le ragazzine "autotuned" che andavano di moda qualche tempo fa, ringalluzzitevi subito: è nata una nuova stella! Si tratta di Alison Gold, appena apparsa su Youtube con la sua hit "Chinese Food", canzone nella quale la bionda adolescente parla – pensate un po' – del suo grande amore per il cibo cinese. Il video, lanciato dalla Ark Music Factory (la stessa di Rebecca Black, guarda caso), vede la partecipazione del rapper Patrice Wilson, che vediamo anche dimenarsi in un raffazzonato costume da panda.

Alison Gold: Chinese food, il video virale

Le reazioni sul web fanno pensare che questa volta Wilson, il produttore musicale, non l'abbia azzeccata: l'Huffington Post critica Alison Gold – iscrittasi su Twitter poco dopo la pubblicazione del video – e il suo riso alla cantonese sottolineando che "il video devolve rapidamente in una lista di stereotipi sugli asiatici", mentre su Twitter in moltissimi disapprovano "Chinese food" sottolineando per l'appunto la sfumatura lievemente razzista e criticandone la qualità musicale inesistente. Nulla di sorprendente, a rifletterci un attimo: la moda dell'autotune è di qualche stagione fa, e così le teen entusiastiche che ne abusano. Inoltre, mai sottovalutare il popolo del web: in questo ipertrofico calderone mediatico i più giovani ci sono davvero cresciuti. Se proponete loro un piatto che hanno già assaggiato, non lo mangeranno di certo, nemmeno se fate la promozione All You Can Eat. Se volete vedere altre teenager un po'... particolari, guardate i video sui prediciottesimi nel servizio delle Iene!

Alison Gold: Chinese food, il video virale - photo
Alison Gold: Chinese food, il video virale - photo
Crediti: Archivio web