"Tutto molto bello" di Paolo Ruffini spacca il web: Cine Social Forum

Il Comico Paolo Ruffini, regista di Tutto Molto Bello
Ecrit par

L’ultimo film di Paolo Ruffini, “Tutto molto bello”, divide il popolo del web. Tra critica ufficiale ed opinioni del pubblico, tutte le reazioni su meltyBuzz.it

Una delle regole d’oro del mondo dello spettacolo è “nel bene o nel male, purchè se ne parli” e almeno da questo punto di vista il regista Paolo Ruffini non può di certo lamentarsi. L’ottima strategia di marketing da parte del comico livornese, con il lancio dell’hashtag #tuttomoltobello già da parecchi mesi prima dell’uscita nelle sale, ha contribuito a creare discussioni e fidelizzare il navigante “facebookkiano”. Ad un paio di settimane dall’uscita del film, il popolo del 2.0 si divide dalla critica ufficiale che, nella maggior parte dei casi, stronca senza pietà “Tutto molto bello”.Il film di Paolo Ruffini è per i critici cinematografici, simbolo di un trash modalità anni 80, a cui forse manca la forza di una sceneggiatura più che brillante o quantomeno fortemente ironica. Il pubblico di “Colorado” non la pensa così: ama quel Frank Matano che per i critici “ha esagerato”, apprezza le battute che non lesinano di volgarità come la celebre "Sei puoi amare cinque figli perché non puoi amare cinque mogli? Solo perché te fuma il pisello".

Altri articoli su Cine Social ForumDavid di Donatello 2014: Paolo Ruffini vs Sophia Loren, le reazioni su TwitterPaolo Ruffini a Giffoni 2014: "Tutto Molto Bello, vi spiego il mio secondo film"Ice Bucket Challenge: Cristina D'Avena sfida i Gem Boy e Paolo Ruffini!

Questa trivialità estrema ha pagato però ai botteghini, sarà anche per la presenza di due donne la cui bellezza non passa inosservata: Chiara Francini, nuova icona della sensualità all’italiana e la modella Nina Senicar. Unico punto d’incontro tra pubblico ed addetti ai lavori è la presenza di Pupo che unisce trasversalmente i gusti di tutti come immagine della cultura nazional-popolare. Per tirare le conclusioni, nulla di nuovo per il comico della gaffe con Sophia Loren ai David di Donatello. Piace al pubblico, ma non alla critica anche se “Tutto molto bello” è comunque stato considerato migliore rispetto all’opera prima di Paolo Ruffini “Fuga di cervelli”.

I commenti positivi sulla pagina Facebook di Paolo Ruffini
Estratto dalla recensione di Repubblica Estratto dalla recesione di FilmUp Estratto dalla recensione di Darksidecinema
Crediti: tutto molto bello, Repubblica, Darkside cinema, FilmUp, Giffoni