Selvaggia Lucarelli massacra il "Pizzaburger" su Facebook: Che cos'è?

Selvaggia Lucarelli contro il Pizzaburger
Ecrit par

Selvaggia Lucarelli ha postato un commento su Facebook in cui si scaglia conto il "Pizzabuger" defnendolo "uno scempio". Ma di cosa si tratta esattamente? Scopri di più su meltyBuzz.

Selvaggia Lucarelli contro tutti. Non le bastavano le ultime invettive nei confronti del vicepresidente di CasaPound e di Costantino Della Gherardesca. Oggi la blogger - e probabilmente prossima opinionista fissa ad AnnoUno - ha scritto un post su Facebook in cui definisce "uno scempio" il cosiddetto "Pizzaburger", un mostro culinario sfornato dalla mente diabolica degli americani. "No dai, neanche io che sono la prima consumatrice di surgelati a livello mondiale, posso tollerare uno scempio simile", ha scritto Selvaggia sul suo profilo Facebook, attirando sulla sua bacheca i commenti degli utenti che di tutta risposta hanno proposto un campionario di schifezze, una peggio dell'altra, come le patatine al gusto di Pepsi in Giappone o la famigerata pizza con l'ananas sopra. Ma che cos'è questo "Pizzaburger"? Ci siamo fatti un giro su internet e abbiamo visto che ci sono almeno due versioni differenti del medesimo capolavoro culinario. Ecco quali sono.

Quella che ha postato Selvaggia Lucarelli è la versione commerciale del "Pizzaburger". Quella meno raffinata. In pratica si tratta di due metà di un panino per hamburger che vengono condite come se si trattasse di una pizza. Su YouTube c'è addirittura chi ha testato il prodotto e descrive i vantaggi di questa "fusione" rispetto alla classica pizza: 1) Non si necessita di "utensili da cucina"; 2) Non c'è bisogno di tagliarlo; 3) E' carino dividerlo con un amico. Sì, carino. Poi c'è chi propone invece una ricetta alternativa: ovvero un hamburger inglobato in una pizza. Come vedete dalle immagini qui sotto, si tratta di una sorta di calzone con un hamburger dentro. Per la serie, non c'è limite al peggio. Voi che ne pensate? Venite a commentare sul nostro profilo Twitter ufficiale meltybuzz_it.

Crediti: web