Nibali, 50 sfumature e la pornomaga Lisa Torrisi: "I Virus della Settimana"

Dakota Johnson in una scena del film 50 sfumature
Ecrit par

Vincenzo Nibali vince il Tour de France, ma non parla inglese. Renzi neanche, quindi no problem. Esce il trailer di 50 sfumature e il PD invita una pornomaga ad un convegno. Il meglio, ma soprattutto il peggio della settimana su meltyBuzz.it.

Vincenzo Nibali stravince il Tour de France - cosa che non accadeva ad un ciclista italiano da 16 anni - ma i giornali francesi non sono stati molto gentili con lui nel corso della competizione. A quanto pare, alla stampa d'Oltralpe non è piaciuto il fatto che "lo squalo" non abbia lasciato nulla agli avversari, che sia stato troppo avido di vittoria e che abbia dimostrato anche una "punta di arroganza". Invidia? Può darsi, visto che i ciclisti francesi aspettano il successo da 30 anni, da quando Fingeon e Hinault arrivarono sui due gradini più alti del podio. Secondo alcune voci di corridoio, i giornalisti francesi si sarebbero lamentati anche delle scarse doti linguistiche del campione siciliano. Come se si potesse criticare un ciclista per il fatto di non saper parlare una lingua straniera. Come se sapere che "è stata una tappa dura, sono contento, ora pensiamo alla prossima" fosse un'informazione talmente importante da dover essere comunicata nella lingua locale. Pretendiamolo piuttosto da un Primo ministro, un inglese corrente. Da uno che fa dell'essere giovani e "cool" un cavallo di battaglia, visto che il nostro Matteo Renzi ce lo ritroviamo a sbiascicare in un video che sta facendo il giro del mondo.

Altri articoli su I Virus della SettimanaTour de France 2014: Nibali urta una fan, la GIF è viraleTour de France 2014: Vincenzo Nibali, video e foto del trionfo sugli Champs ElysèesVincenzo Nibali: Chi è il vincitore del Tour de France 2014

La cerimonia di premiazione lungo gli Champs-Elysées a Parigi Le Figaro snobba Nibali e non lo nomina in prima pagina

A proposito di lingua inglese. C'è un ottimo modo per impararla: leggere la trilogia delle "50 sfumature" di E.L James. Altro che mommy porn. Quello si che è un autentico manuale d'inglese per principianti: un vocabolario ridottissimo le cui le ripetizioni e ridondanze fanno concorrenza ai Teletubbies e che alla fine ti entra in testa per sfinimento. Una metafora dell'attività sessuale e della sua ripetitività, direbbe qualcuno; un modo intelligente per fare soldi, direbbe qualcun'altro. Fatto sta che la storia d'amore (anzi, di sesso) di una verginella e di un giovane bello, ricco e prestante, è più scontata dei romanzi Harmony e la verità è che si rivela vincente perché non smette mai di far sentire intelligente il lettore. Nonostante tutto, l'adattamento cinematografico realizzato della regista Sam Taylor-Wood e interpretato da Jamie Dornan e Dakota Johnson è già un evento attesissimo. Il trailer della pellicola, da poco svelato al pubblico, sta facendo il giro del web e suscita fascinazione e anche qualche discussione. Negli USA, per esempio, è stato addirittura censurato in tv, a causa delle immagini troppo hot. Chissà cosa si aspettavano dall'adattamento di un best-seller sul sadomasochismo. Prima ci campano sopra facendoci una barca di soldi, sul sesso spinto, e poi lo censurano. Che strani questi americani. In ogni caso, non ci resta che sperare che il film sia diverso dal libro. Staremo a vedere.

Altri articoli su I Virus della Settimana50 sfumature: Le reazioni dei fan al trailer ufficiale50 sfumature: Trailer 'hot' e censura puritana50 sfumature: Melodramachic dà il suo parere sul trailer ufficiale50 sfumature: Foto hot di Jamie Dornan e Dakota Johnson

Se il sadomasochismo non è ancora riuscito ad abbattere la barriera della censura puritana, la pornografia tout court sembra averlo fatto da un pezzo e sta diventando un genere sempre più pervasivo e sdoganato per ogni tipo di pubblico. Oramai si parla di vera e propria "normalizzazione" dei siti hard - i vari YouPorn e PornHub - così come delle pornostar in carne ed ossa, sempre più impoverite dalla crisi del settore. Pensate che addirittura i giovani del PD di Napoli - avete capito bene, stiamo parlando dei chierichetti del PD, non ai cafoni del PDL che invece sono abituati alle massaggiatrici e alle igieniste dentali - hanno organizzato un convegno intitolato "Pornosofia". Si vabbè. Per la serie: anche i secchioni vogliono vedere cosa c'è sotto la polo Fred Perry. Ospite d'onore della serata, una certa Lisa Torrisi, di professione pornomaga. In pratica, si tratta di una specie di spogliarellista che, nel frattempo, ti legge i tarocchi. Predire un'erezione nel futuro prossimo del proprio cliente mentre ti spogli in diretta, in effetti, non può che essere il più facile dei mestieri. E anche fare il botto di visite sui video che hai pubblicato in Rete negli ultimi anni su YouTube. Mica scema, la ragazza.

Federico Iarlori

Crediti: web , Youtube, melty.it, panoramic.fr