Martina Dell'Ombra: "Vanity Fair si è inventato tutto su di me"

Martina Dell'Ombra
Ecrit par

Martina Dell'Ombra è intervenuta durante il Better Days Festival di Milano dettando con i The Pills e rivelando le sue ambizioni in politica. Scopri cos'ha detto.

Nuova uscita pubblica di Martina Dell’Ombra che si è spostata ancora più al nord e si è fatta notare a Milano durante il Better Days Festival che si sta tenendo questo weekend. L’aspirante politica più famosa del web ha condiviso il palco con i The Pills per un dibattito dal titolo “Fare finta di essere sé stessi”. Se per il gruppo comico romano il tema centrale era quello di rispondere alle critiche piovutegli addosso negli ultimi giorni, l’ambiziosa Martina ha invece rivelato come intende perseguire il suo sogno di entrare nella scena politica italiana. Il primo argomento che viene affrontato dalla vlogger è sul perché abbia scelto proprio quest’ambito per raggiungere il successo, quando la maggior parte dei suoi coetanei sogna invece di diventare un attore o di sfondare nella televisione. La risposta è semplice e come al solito disarmante, ovvero: “Io sono salita in politica perché si trova a un livello superiore rispetto alle altre discipline. I politici sono delle persone speciali, sono dei VIP che governano il popolo. Non voglio fare l’attrice, l’unico film in cui comparirà il mio nome sarà il biopic ispirato alla mia figura”.

Sono ufficialmente il terzo #thepills !

Una foto pubblicata da Martina Dell'Ombra (@top_marty) in data:

Martina Dell’Ombra rivela poi anche a che punto del suo percorso si trova e spiega i motivi per cui ancora non ha affrontato una tornata elettorale: “In questo momento sono in carrozza e raccolgo un sacco di consensi. Però mi candiderò solo quando sarò sicura di venire eletta, non voglio fare un flop come hanno fatto i The Pills al cinema”. Come ogni buon futuro leader anche la nostra Martina ha un suo pantheon che comprende: “Il mio eroe è Putin che il vero politico contemporaneo: riesce a eliminare le persone che non gli piacciono. Il mio sogno è incontrarlo. In Italia mi piace molto Salvini che ho incontrato e a cui mi ispiro soprattutto nell’utilizzo Web. Poi personaggi come Berlusconi, Nelson Mandela e Craxi che come me sono stati diffamati dalla stampa”.

Proprio la stampa finisce nel suo mirino a causa del presunto scoop di Vanity Fair in cui si sosteneva che Martina Dell’Ombra fosse un’attrice brava a interpretare questo personaggio squinternato. Ebbene Marty non ci sta e replica in questo modo: “Un giornale ha scritto queste finte rivelazioni e tutti hanno copiato perché non sono in grado di fare il loro lavoro. La verità è che vogliono cancellare le mie idee dal dibattito perché cominciano ad avere un seguito e, invece di contestarle, è più semplice affermare che non esistano”. Infine si conclude con una di queste idee in risposta al Family Day che si è tenuto ieri: “I gay non possono adottare, ma sto creando un app che permetta loro di affittare i bambini, basta che poi non ci vadano a letto”. Insomma provocatoria e politically uncorrect come al solito.

Crediti: Best Prank, Facebook