La galassia melty
Edizione Italia
57897 giovani online

Madonna si scusa con i fan sui social per la polemica e le accuse di razzismo 

Madonna ha reso la cover del suo ultimo lavoro discografico virale grazie all'aiuto dei suoi fan, ma non tutti sono stati d'accordo nel vedere manipolate le immagini di Nelson Mandela o Martin Luther King.

Madonna riesce sempre a far parlare di sé, nel bene e nel male. Il 20 dicembre scorso, ha pubblicato a sorpresa su iTunes del materiale inedito estratto da "Rebel Heart", il suo tredicesimo album. Oltre ad apprezzare i nuovi pezzi, seppur leakati in precedenza, i fan della Regina del Pop l'hanno omaggiata con le più disparate manipolazioni della foto di copertina, che vede Madonna in primo piano con una corda attorno al viso. L'immagine è stata replicata in mille modi diventando virale, persino da Homer Simpson o dal Grinch, diventando un contributo virale e divertente proposto anche da Diplo e Skrillex, che hanno partecipato al disco. Madonna poi ha continuato utilizzando anche personaggi più seri come Gesù, Nelson Mandela e Martin Luther King, sollevando però un gran polverone. Le critiche per la mancanza di rispetto e addirittura le accuse di razzismo sono fioccate sulla sexy star 56enne, che si è vista costretta a prendere la tastiera in mano per mettere fine alla bufera mediatica. Ha dovuto spiegare di essersi solo ispirata ai personaggi senza voler mancare di rispetto e che ognuno di questi sono stati ribelli a modo loro proprio come lei. Su Facebook il post senza equivoci: “Non è né un crimine, né tantomeno un insulto o razzismo! L’ho fatto anche con Michael Jackson, Frida Khalo e Marilyn Monroe, e ho detto che ero come loro? NO. Ho solo detto che sono anche loro dei cuori ribelli e non l’ho fatto, l’hanno fatto i miei fan e io l’ho ripostato e neanche i miei fan sono razzisti”. L'attesa prima del 10 marzo 2015, data di uscita del disco, è ancora lunga. Cosa succederà ancora?

Madonna

0 commenti
  • Scrivi il primo commento all'articolo!
I siti del network meltygroup



















© 2016 meltygroupChi siamoContattiSeguiciPubblicitàCondizioni di utilizzoInformazioni legali