M5S, no alle unioni civili: "Il DDL Cirinnà è incostituzionale"

Alberto Airola del M5S
Ecrit par

Il M5S fa nuovamente notizia per delle dichiarazioni sul DDL Cirinnà, che adesso si scopre essere incostituzionale.

Si parlò molto, nei giorni in cui il M5S si rifiutò di votare il cosiddetto canguro sulle unioni civili, di #dietrofrontM5S. Adesso l'inversione ad U sembra completa considerando che, almeno nelle dichiarazioni ufficiali, ai tempi del passaggio della legge al Senato i cinque stelle non presentarono emendamenti ed anzi, criticarono semmai il fatto che la legge fosse poco coraggiosa e legarono il loro mancato sostegno al provvedimento a ragioni di carattere esclusivamente procedurale (la non liceità del canguro, in sintesi). In queste ore il DDL Cirinnà approvato al Senato è allo studio della commissione competente della Camera dei Deputati ed è emersa una nuova sorpresa: il M5S ha sollevato problematiche relative alla incostituzionalità della legge, come ben spiegato qui. Incostituzionalità non ravvisata nei due anni precedenti, anni in cui i 5 stelle hanno lavorato alacremente insieme alle altre forze favorevoli al provvedimento per portarlo all'approvazione. Su Twitter sono in tanti a fare ironia sull'ennesimo cambio di opinione del Movimento, come possiamo notare dai tweet di @Abocconetti “Ricapitolando:il testo sulle #unionicivili uscito dal Senato sarebbe incostituzionale per #M5S che voleva votarlo, poi no, poi senza fiducia” e di @flinx15 “Ebbene, il DDL Cirinnà sarebbe incostituzionale... ma in Senato avevate bocciato ogni pregiudiziale in tal senso. Ebbene @AlbertoAirola?”. Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra, se vi va, menzionando il nostro account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: La Stampa