Confusi e Felici, critica confusa e pubblico felice: Cine Social Forum

una scena dal film Confusi e Felici
Ecrit par

Questa settimana per Cine Social Forum, Confusi e Felici di Massimiliano Bruno, che trasmette queste due sensazioni, come si nota dalle reazioni sul web di pubblico e critica. Scopri di più su meltyBuzz.it

Dopo il successo aibotteghini dei “ Guardiani della Galassia”, questa settimana parliamo di Confusi e Felici, ovvero l’ultimo film di Massimiliano Bruno - il regista di "Nessuno mi può giudicare" - che durante la sua prima settimana nelle sale ha conquistato il secondo gradino del podio dei box office in Italia. Una sfida ardua quella vinta dal film comico proprio nel weekend di Halloween, che infatti ha premiato Dracula Untold. La non scontata presenza del film comico è significativa di quanti in Italia amino ancora il genere comico e più “leggero”, nonostante la tradizione tipica di Halloween di vedere film horror o comunque film “di paura” per calarsi al meglio nella “notte degli spiriti”. Il pubblico ha scelto di andare a vedere Confusi e Felici, probabilmente incentivato anche dalla presenza del ricchissimo cast che vede presenti oltre allo stesso Massimiliano Bruno nomi come Claudio Bisio, Marco Giallini, Anna Foglietta, Pietro Sermonti, Rocco Papaleo, Caterina Guzzanti e Paola Minaccioni. Nomi ormai classici della comicità italiana, che sono seguiti da un nutrito seguito del grande pubblico.

La storia racconta di Marcello (Claudio Bisio), psicanalista cialtrone e cinico, che un giorno decide di chiudersi in casa e mollare tutto. Questo gesto “estremo” non viene accolto bene da Silvia (Anna Foglietta), segretaria di Marcello, che decide di radunare i suoi pazienti per cercare, tutti insieme, di farlo uscire dalla crisi. Un’idea bellissima se non fosse che, ad aiutare Silvia, ci saranno uno spacciatore affetto da attacchi di panico, Nazareno (Marco Giallini), un quarantenne mammone cronico, Pasquale (Massimiliano Bruno), una ninfomane decisamente invadente, Vitaliana (Paola Minaccioni), una coppia in crisi sessuale, Enrico e Betta (Pietro Sermonti e Caterina Guzzanti) e Michelangelo, telecronista in crisi per il tradimento della moglie. Strampalati ma affettuosi e divertenti, i pazienti di Marcello cercheranno in ogni modo di tirargli su il morale riuscendo a farlo aprire alla vita per diventare una persona migliore.

Ma come hanno reagito il pubblico e la critica ufficiale sul web? In linea generale possiamo dire “Confusi e Felici” anch’essi, o meglio: la critica di certo, il pubblico un po’ meno. Per iniziare dalla critica, in molti tra i critici che analizzano il film secondo i criteri “classici”, evidenziano un percorso frammentato all’interno della narrazione ed una superficialità di fondo nell’affrontare l’argomento della depressione. Altri, che comprendono lo spirito un po’ più frivolo del film, lo valutano relativamente a questo metro di giudizio – ovvero da film senza troppe pretese - evidenziandone comunque i punti positivi presenti. Ad esempio di ciò portiamo l’abstract della recensione di Paolo Corridore per “InGenereCinema” in cui scrive “Peccato perchè la tematica di fondo è interessante e poteva essere sviscerata meglio [… ]Spezzettando il film in tante piccole scene si riesce anche a sorridere delle macchiette e degli stereotipi odierni, ma messe insieme le singole scene il tutto perde corpo, perde forza.”. Per contro Adriano Melita di DarumaViewCinema, calandosi più nei panni dello spettatore scrive “Divertente e commovente, nel film sono ben divise tutte le fasi della storia senza far mai mancare al momento giusto un sorriso o una risata. Massimiliano Bruno conferma ancora una volta la capacità di mostrarci i suoi personaggi sotto molte sfaccettature e il saper trattare tematiche di vario genere, come in questo caso i problemi psicologici dei vari personaggi.” Il popolo del web sui social in linea generale conferma il consenso dato a Massimiliano Bruno in tutti i suoi film.

Crediti: web , Comingsoon