1752giovani online
NewsBuzzFan
Edizione:FrItEs


"Cambio Paese": La web serie ha bisogno di te!

Una web serie ironica per la prima volta racconta le storie di chi lascia il proprio Paese per andare a cercare fortuna all’estero. Per mandare avanti il progetto, "Cambio Paese" ha iniziato una raccolta fondi. Scopri di più su melty.it.

Cambio PaeseIntervista

(di Elena Bozzo) E' la prima web serie sui giovani disoccupati italiani e non è un caso che sia nata a Bruxelles. Partire dall'Italia per girare la web serie nelle città in cui si recano i nostri disoccupati in cerca di lavoro; filmare scene in quella che era la Berlino Est ad Alexanderplatz e a Kreuzberg/Neukölln. Portare i microfoni nelle vie del mercato giamaicano di Brixton a Londra e nel Marais parigino. Ragazzi/reporter in incognito intenti a sorseggiare Guinness e Kilkenny a Temple Bar, Duvel e Rochefort a Bruxelles tenendo le orecchie aperte per acchiappare dichiarazioni e immaginando sottofondi come "La porti un bacione a Firenze" o "Che sarà" (Paese mio ti lascio e vado via). Con l'obiettivo di arrivare a Little Italy a Manhattan, simbolo della migrazione italiana.

Scarica Flash Player pour visualizzare il video "Cambio Paese "

Questo è lo scopo della web serie "Cambio Paese", un'idea nata da giovani che oggi possono contare su contributi volontari - i ragazzi possono essere finanziati sul sito kapipal/cambiopaese - e sul supporto di nomi importanti dell'ambito giornalistico come quello di Lorenzo Robustelli che per l'occasione si è trasformato da corrispondente affari esteri del Secolo XIX e direttore responsabile di www.eunews.it a imprenditore disperato davanti alla macchina da presa, pronto a fare un colloquio di lavoro al primo giovane disoccupato di turno. "Mi è sembrato giusto aiutare un lavoro fatto dai giovani che denunciano un problema che gli appartiene", ha spiegato Robustelli a melty.it. "Non è una produzione che fa soldi sul dramma dei giovani che cercano lavoro o che fa denuncia politica. Si racconta quel che succede, con ironia ma certo anche con rabbia. E lo raccontano quelli che ci sono passati davvero".

Scarica Flash Player pour visualizzare il video "Cambio Paese con Lorenzo Robustelli"

Proprio in questi giorni Alberto Magnani ha pubblicato su Il Sole 24 ORE l'articolo "Dove scappano gli under 30. Brasile, Cina e Africa le nuove rotte dei talenti europei". Ma dov'è la novità se sono anni che se ne parla? E' dalla nascita del BRICS, acronimo utilizzato in economia internazionale per riferirsi congiuntamente a Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, che i giovani puntano a tali mete. Questi paesi infatti non solo condividono una situazione economica in via di sviluppo, una grande popolazione (Russia e Brasile centinaia di milioni di abitanti, Cina e India circa due miliardi e mezzo di abitanti), un immenso territorio, abbondanti risorse naturali strategiche ma, cosa più importante, sono stati caratterizzati da una forte crescita del PIL e della quota nel commercio mondiale, soprattutto nella fase iniziale del XXI secolo.

.
Alexanderplatz a Berlino
Crediti foto/video: Youtube, .., Cambio Paese
Web Serie

Web Serie

Tweet
1 commento
Articolo precedenteSara Tommasi, N'Koulou e The Grifters: Top buzz di Luglio
Articolo seguentemeltybuzz.it: che cos'è un buzz